Vacanze a Santorini

Vacanze a Santorini 2016, con Entourage risparmi!
Super offerta last minute partenza 15 luglio!

Santorini è l’isola dei colori, del sole e del mare, del bianco e dell’azzurro delle case. Almeno una volta nella vita bisognerebbe andare in vacanza a Santorini! Questa isola è da sempre una delle mete in assoluto più amate dai turisti per il suo tramonto, dicono sia il più bello del mondo, oppure per le sue case e i loro colori, altri restano affascinati dai riflessi cangianti delle rocce laviche, tutti restano senza fiato nell’ammirare i panorami che solo quest’isola può regalare. Trascorrere le vacanze a Santorini vuol dire anche fare un tuffo nella storia e nel mito, che ogni angolo di questa terra sembra ricordare.

Offerta Viaggio Entourage per 7 notti:
Volo andata/ritorno da Bologna/Santorini diretto per 2 adulti
Alloggio presso Hotel Alpitour ALPIBEST SANTO MIRAMARE
Mezza pensione + bevute incluso.

Totale Pacchetto partenza 15 luglio
Costo per 7 notti € 1.250 a persona tutto incluso!

Struttura Alpitour

ALPIBEST SANTO MIRAMARE
L’hole è una delle migliori proposte sull’isola, unisce il gusto della tradizione alla modernità dell’architettura, alla cura e all’attenzione del servizio. Ottima la posizione rispetto ad una delle più belle spiagge dell’isola, ma anche strategica per scoprire le località più rinomate. Un mix perfetto per una vacanza non solo balneare!

Spiagge e piscine

La struttura accede direttamente sulla bella e suggestiva spiaggia di sabbia vulcanica di Perivolos che si raggiunge attraversando una stradina.

Dispone di 3 piscine di cui 1 per bambini. Utilizzo gratuito di ombrelloni, lettini e teli mare (questi ultimi con deposito) sia in piscina che in spiaggia.

5 Cose da vedere a Santorini

1) TRAMONTO AD OIA
Oia è, senza ombra di dubbio, il luogo migliore dove ammirare lo spettacolo del tramonto. Costruito nella punta settentrionale dell’isola, questo pittoresco villaggio è uno dei borghi più suggestivi delle Cicladi. Non vorrete mica tornare a casa senza questo scatto?

2) SPIAGGE DI SANTORNI: PERISSA, KAMARI & RED BEACH
Durante la vostra vacanza a Santorini non può mancare la visita alle spiagge più belle e famose dell’isola. Lungo la costa sud-orientale, la grande roccia Mesa Vouno divide due bellissime località di mare: Perissa e Kamari. La spiaggia di Perissa è un’enorme spiaggia di sabbia nera vulcanica lunga 8km, esposta ai venti e quindi perfetta per gli sport acquatici; la versione più chic è la spiaggia di Kamari, anch’essa di sabbia nera e fornitissima di ombrelloni e lettini.

Nella parte sud-occidentale si trova invece la Red Beach, una piccola ma affascinante lingua di sabbia vulcanica, dal colore rosso e nero, circondata da alte pareti rocciose rossastre: si tratta di una spiaggia attrezzata ma, viste le dimensioni ridotte, è meglio raggiungerla al mattino presto per evitare l’affollamento di turisti.

5 Cose da vedere a Santorini

3) CENA TIPICA CON VISTA SULLA CALDERA
Lo sapevate che la gastronomia greca ha una tradizione antichissima? Si basa principalmente su prodotti mediterranei tipici come olio d’oliva, verdure, carne e dell’ottimo pesce.
Per una cena tipica partiamo dagli ottimi mesèdes a base di sottaceti, acciughe e dolmades foglie di vite ripiene di riso, cipolle e pomodori con erbe aromatiche – il tutto servito con l’immancabile salsa tzatziki. Proseguiamo con la famosa moussakà – un pasticcio di melanzane, patate e carne a strati, conditi con ragù di carne e besciamella, e cotti al forno – o con una fantastica portata di pesce fresco.
4) FORTEZZA DI SKAROS
Concedetevi una pausa dal flusso di turisti onnipresenti e visitate il villaggio di Imerovigli. Da qui parte uno splendido sentiero che vi poterà direttamente alla fortezza di Skaros, antico capoluogo di Santorini, costruita dai veneziani nel periodo tardo bizantino.

5) SITO ARCHEOLOGICO DI AKROTIRI
A Santorini potrete visitare il sito archeologico di Akrotiri, un’antica città minoica sepolta da ceneri vulcaniche durante la catastrofica eruzione del 1613 a.C. Scoperto grazie al professor Spiridion Marinatos, la Pompei Minoica ha visto la luce attraverso gli scavi archeologici del 1967 e permette ancora oggi di osservare ciò che è sopravvissuto al cataclisma: gli edifici a due e tre piani, le strade, il sistema fognario e vari utensili di uso comune.